oggi…

…mi son svegliato e fatta una colazione veloce, vado a lavorare.
Finito il lavoro mangio una bella lasagna (porzione micro) e poi me ne sono andato a casa a vedermi sdraiato sul divano i simpson, con la finestra del soggiorno aperta sulla via del centro storico… cosi tranquilla, nn come dove abitavo prima.
Mi alzo e alle 16 esco per andare a restituire un libro alla biblioteca, e poi vado alle poste e ritiro la raccomandata che aspettavo, poi passo davanti l’anagrafe e li mi vien data una bella notizia!
Mi è stato convalidato il trasferimento di residenza. Ed è stato fatto il primo giorno di primavera!
Stagione nuova, città nuova!
Si!
Basta dover dire d essere residente di un paesino stramaledetto e iellato, dove per ottenere qualcosa bisogna gridare più di tenori e soprani! Finalmente!
Che bello!
Il prossimo passo è il rifacimento dell amia carta d’identità!
Cosi nn dovrò più rivedere il nome di quel maledetto comune nel mio portafoglio! Certo per la patente ci vorrà ancora un pò di tempo, ma basterà tenerla nella sua taschina del portafoglio e chissenefrega!!!!!
AAAAHHHHHH!!!! Sorriso
Che bello nn dover di re di risiedere là!
Ho una nuova città ora e ho tutta l’intenzione di godermela!
Cominciando col farmi intestare il contatore dell’ENEL attualmente intestato al nome del coinquilino, che nn essendo residente, nn usufruisce di un piccolo sconto sulla fornitura elettrica (sarà uno sconto del 4% se nn mi sbaglio ma so sempre €!!!) Animoticon, inoltre i documenti con sanitari sono già a posto, ed infine, sulla carta d’identità, nn voglio la scritta STATO LIBERO!
E sulla riga "stato civile" ci farò scrivere o "celibe" o nn ci faccio scrivere nulla! A denti stretti
Perchè nn sono libero di mia scelta, nn sono stato io ne alcun altro essere vivente a farmi single, è stato il fato crudele. Deluso
Ma nn me la voglio prendere, nn voglio pensare alla tragedia greca, no.
Voglio guardare le cose positive.
Nn andrò + all’anagrafe di quel maledetto comune e sentirmi dire, quando dico che allo "stato civile" nn voglio scritto nulla tranne che la parola CELIBE , "ho scritto così anche a tuo fratello!" Sarcastico
Mia mamma ha fulminato papà e ufficiale anagrafe con lo sguardo. Mio padre giurando che nn aveva mai fatto le corna a mia mamma, e l’ufficiale anagrafe dicendo che magari si stava confondendo…. ma con chi??? A’mbecille!!!!!!!!!!!!!!!
Ed io riprendendo la situazione in pugno gridai "ma io ho solo una sorella di 14 anni!!! Ma a chi cxxxx l’hai fatta sta carta meravigliosa??? ma lo sai chi sono o no??? COGLIONAZZO!!!" Arrabbiato
Tutti zittiti, tutti imbarazzati, alla fine me ne sono andato imprecando come un turco, anzi, come un greco, e camminando come un muppet! (Ero zoppicante per un incidente con la MTBike! Sarcastico)
Ma voi avete mai visto un deficente simile?
Anzi lancio il sondaggio, ditemi qual’è stata la vostra esperienza + imbarazzante in un ufficio pubblico!
Aspetto le vostre esperienze! Secchione (Alla  faccia dell’Istituto Mannheimer!)(Se poi è scritto male nun me ne frega ‘na pippa!) A denti stretti
Quindi anche questo passo è stato fatto, adesso vivo al di fuori del mio nucleo familiare.
Anche per la Repubblica Italiana, adesso, sono indipendente!
Il successivo passo da fare sarebbe quello di completare quella ristrutturata iniziata a gennaio e che come tutti i lavori di ristrutturazione, si completerà in ritardo!  Pensieroso Spero prima dell’estate!
Se poi me riesce, vorrei tanto andare a ballare con qualcuno o in un gruppo… bella gente e bella musica dance e commerciale fino all’alba!!! A bocca aperta
 
 
 
Mi piace molto questa canzone dei Basement Jaxx che ogni tanto canticchio e di cui mi piace il testo…. (anche il video nn è male, ma nn sarei in grado d saltellare così per tutto il tempo! Al massimo potrei fare l’orso… il pelo ce l’ho già d mio!!! Linguaccia) …che in parte condividevo, rivolgendomi al paesello dove vivevo, anzi, voglio farmi il regalo, il MIO EX COMUNE DI RESIDENZA!
Ohhh, che bello poterlo dire, sono in estasi!  A bocca aperta
Adesso andrò a casa, passeggiando per la mia NUOVA CITTÀ!
Un piccolo passo è fatto, chissà adesso dove riuscirò ad arrivare! Animoticon
Annunci

3 thoughts on “oggi…

  1. Dio mio, la più grande figuraccia che ho fatto era quando stavo al supermercato una volta e io e la mia amica e stavo giocando e avevamo aperto un pacco di m&m’s che ovviamente abbiamo pagato però queste m&m’s mi eranno cadute improvvisamente tutte per terra… già ti lascio immaginare… il bello è che una signora di quelle vecchie che se la tira passa a testa alta e non vede il bordello che c’è per terra e ovviamente scivola come se cascasse sul burro quindi per metri scivolando per quasi tutto il supermercato… io e la amica mia cercavamo di non ridere… la signora urlava, portando tutta la gente a vedere e a vedere che era successo… dopo che la signora si era fermata con le m&m’s sotto di lei dice "sono stati loro" indicando me e la mia amica… noi non sapevamo che dire e io ho detto "la signora ha sbattuto molto forte la testa e dice solo che minchiate"… la signora si è subito alterata "come ti permetti ragazzino maleducato"… io li ho iniziato a urlare cosi forte che la gente non sapeva che cosa stavo facendo e si stava spaventando… dopo il mio lungo e forte urlo… la gente mi guardava come se ero un alieno e in effetti se qualcun’altro avrebbe fatto la stessa cosa, l’avrei guardato esatamente come la gente mi stava guardando… dio mio… alla fine ho preso le mie cose, ho pagato a testa non bassa di più… la mia amica che rideva e non ci pensava nemmeno di smettere… dio mio… credo che la signora si è ripresa o forse sta ancora li al supermercato… beh ovviamente io non sono più tornato in quel supermercato… caspita… questa è una delle mie tante figuraccie che faccio… per dire una volta sono scivolato al cubo a bologna quando facevo il cubista li… per farti capire che è da me fare brutte figuri…
    comunque sono molto fiero di te che ora sei un uomo libero… lo vorrei essere anch’io del tutto… ma per il momento ho sempre delle manette invisibili, che ci sono ma non posso togliere… goditi questo nuovo inizio… te lo meriti… un passo alla volta e prova a non fare tante figuraccie o se no fai la mia stessa fine che deve cambiare sempre posto… hihihi
    la canzone non la conosco sai… :(… me la scarico…
    buona serata patato… non vedo l’ora di leggere qualcosa sul tuo blog… per il momento ti mando un bacione stra grande…

  2. ciao prima di tutto mi scuso per il mio silenzio ma ho avuto problemi con la connessione e già la sfiga mi perseguita allora se dovessi raccontare tutte le brutte figure che ho fatto in qualche ufficio non basterebbe una vita!!!!!! sono contenta per la tua nuova rinascita auguroni ti mando un bacione fatti sentire presto mi fa molto piacere ciaoooooooo

  3. Pingback: un altro tipo di freddo « Tαξίδια είναι το όνειρό μου και η αμαρτία μου

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...