cinque

Anch’io riprendo la fantastica idea di un meraviglioso sito intitolato “About Rain and other devils” che mi ha invitato e che a sua volta fu invitato da un’altra blogger e…… si tratta di dire cinque cose… e poi… beh, ora passiamo a queste cinque cose da dire:

 

1) Sono sempre stato attratto da tutto ciò che ha un legame con  la Grecia… avendo un cognome di origine greca, ho sempre pensato che fosse una cosa di famiglia, in effetti anche i miei avevano il desiderio di andarci prima o poi… ma in realtà, ero e sono l’unico in famiglia ad avere avuto questa passione, fu forse questo a far nascere il mio desiderio di lavorare nel turismo. La possibilità di stare in contatto con quel che rimane di una grandiosa civiltà, quella dell’antica Grecia, che ha saputo sopravvivvere alla dominazione romana, a quella ottomana, e via discorrendo, era forse per me un contatto con l’immortalità a cui tutti, in un modo o nell’altro, aspiriamo. I miti greci, Zeus, Apollo, Ermes, Afrodite… e tutti gl’altri, non moriranno mai. Io, invece si. Ho “avuto inizio” alle 7 del mattino di venerdì 25 febbraio 1983, con una temperatura ovviamente fredda, e la mia “fine” sarà… questo non lo so, e non lo saprò ovviamente mai! Morto. Disteso. Tirate le cuoia. Esalato l’ultimo respiro. A pascolare da San Pietro. Ma non nell’eternità. Ed una volta morti gl’altri miei parenti, cadrò nell’oblio. Come tanti miliardi di anime prima di me. Come tanti miliardi di anime dopo di me. Per me la Grecia, rappresenta l’eternità… pochi sanno una cosa… i colori della bandiera greca, il bianco ed il blu, si attribuiscono alla schiuma e all’acqua del mare… in realtà il bianco fa riferimento alla purezza, ed il blu fa riferimento … all’eternità.

 

2) Chi ha letto un mio certo post di marzo sa che non sono fortunato in amore e dopo tante disavventure, ho rinunciato alla mia sfera emotiva, non comprendo, non elaboro, e non esprimo le mie emozioni come facevo un tempo. Eppure continuo a sentirmi male ogni volta che mi sento rifiutato, ogni volta che vengo frainteso, ogni volta che … mi accorgo… di essere solo, sento un formicolio al cuore. E non è piacevole… e come se il mio cuore si atrofizzasse. E per ora l’unico mio sfogo è scrivere. Scrivere tutto quello che mi passa dalla testa. Scrivere la mia rabbia, la mia tristezza, la mia solitudine, i ricordi belli, … quelle che credo siano le mie emozioni. Ma la cosa che mi sorprende è che tuttavia riesco a ridere e a volte, anche a far ridere. Cogliendo al momento una battuta, o dicendo qualcosa in modo un po’ rozzo o inaspettato, o commentando surrealmente le piccole cose assurde che capitano (anche a me). Come quella donna il cui neonato piange e smette di piangere non appena mi vede passare, e allora la donna, davanti a me, dice al suo bambino “ehi, hai visto quanto è brutto quel signore?” … “ma come si permette scusi?” e lei di rimando “c’ha due occhiaie della …” “ma vaffanxxxx!!!”!!!!! Comunque mi scoccia, per ovvie ragioni, assistere o vedere persone che flirtano… mi irritano da morire. Mi irritano, perché non ci provano con me, e cosi facendo risvegliano in me il pensiero che non sono abbastanza carino per poter essere oggetto di avances o flirt. Quando mi rode tutto ciò, dico fra me e me, che la zitellaggine, anzi, nel mio caso, la vedovanza, mi ha reso non poco acido! Acido come uno yogurt scaduto… chissà quando ho passato la mia data di scadenza!

 

3) Trovo rilassante sfacchinarsi con la bici, soprattutto se vado in una zona piena di verde e magari distendermi e guardare il cielo… in quei momenti riesco a non pensare assolutamente a nulla… e sono i momenti in cui riesco davvero a staccare la spina. Dimenticarmi i problemi di questo mondo e non pensare a niente che mi può far soffrire. Un contatto con la natura… molto tranquillo, eppure per me è strano riposarmi e stare fermo senza deprimermi… quando sono andato a Brescello mi son fermato quasi un’ora sulla strada per il Po…

 via Soncini - lato Brescello (1) via Soncini - lato fiume (3)

…e mi son fermato in una panchina, disteso, a guardare quel pezzo di cielo filtrato dal fogliame estivo degli alberi…

via Soncini - lato... cielo via Soncini - lato... cielo (1) via Soncini - lato... cielo (2)

…l’estate mi è sempre piaciuta, ma la stagione che trovo ideale per rilassarmi è l’autunno, che con il cadere delle foglie, rende tutto più interessante, come l’illusione di trovare qualcosa per terra, spostando le foglie secche col piede (ed avendo un piede n° 46, ne sposto di foglie!), un piccolo ed inaspettato tesoro, non per forza una banconota o una moneta, ma qualcosa come magari un buono sconto per un parrucchiere dove andare a tagliarsi i capelli e nell’attesa di fare lo shampoo, incontrare una persona che mi trovi interessante, oppure il volantino di una libreria appena aperta dove sbirciare fra le guide turistiche o quelle di cucina, o i libri fotografici e prendere un libro nello stesso momento in cui un’altra mano stava per compiere lo stesso gesto, scambiare uno sguardo, due parole, tre secondi e… trovare una persona con cui passare il resto della propria vita. Sono un inguaribile sognatore. Proprio uno che guarda il cielo e le nuvole.

 

4) Mi piace la musica che mi sa tener testa, che mi sveglia, che mi scuote, che non mi fa star fermo… eppure non so cantare, o meglio, non so tener le note! Se devo tenere una nota, irrimediabilmente stono! Eppure canticchio spesso, anche sul lavoro, canzoni varie, dai pezzi un po’ trash come le “lamette” di Donatella Rettore a pezzi che pochi conoscono come “tu ma promis” di In-Grid o “take me back to your house” dei Basement Jaxx, fino addirittura ai classici dell’opera come il “vincerò” della Turandot o il “Figaro” del Barbiere di Siviglia fino ad abbozzare qualcosa che ricordi vagamente la “habanera” della Carmen del Bizet.

Non so il francese, ma sarei portato a studiare ed apprendere qualsiasi lingua, tranne appunto il francese, che proprio non riesco ad imparare. Proprio due giorni fa, l’ennesima prova: due francesi mi hanno chiesto informazioni in francese ed io ho risposto “Je no pas parlee francaise MUY BIEN” invece di “rien bien”!!!

E quindi…ance se non ‘ho detto… son riuscito comunque a farmi capire, che il francese non lo so PER NIENTE BENE!!!! (L’espressione truce che mi hanno fatto alla fine della frase, era fra il “disgusto” e il “rabbrivido”! E non riesco a concepire che la DeAgostini faccia il corso di cinese e non quello di greco! …Venduti a Pechino!!!

 

5) A casa ho circa un migliaio di fotografie. Quasi tutte panoramiche. Poche istantanee… quelle non mi riescono quasi mai bene… eppure… a differenza dei giapponesi, on mi interessano i particolari in se e per se. Mi interessano se sono difficili o curiosi da notare, ed immortalarli per poterli tramandare a chi verrà dopo di me… perché in questo mondo tutto cambia, niente resta come è… la memoria si perde facilmente.

Non so se sono un’artista, non ho una faccia abbastanza “da mignotta” per potermi definire tale… intendo artista, non mignotta!!! Però quando ho rinunciato alla mia sfera emotiva, ho perso anche la capacità di fotografare. E rinunciai allora anche a questo aspetto della mia vita. Non so se ora lo sto ritrovando o lo sto evolvendo o cos’altro, ma… fino a qualche tempo fa non avrei immaginato di scattare qualcosa di simile a…

 IMG_0316

IMG_0322 IMG_0366

IMG_0386 IMG_0394

Scattate a Bologna durante un giorno di riposo, e che presto caricherò… Chissà cosa succederà più avanti.

 

Adesso che ho sparato le mie 5 prediche, ben farcite direi, spero che siate svegli, perché ora tocca a voi giocare, infatti devo invitare tre bloggers che mi seguono a fare questo stesso giochino, elogiandomi, dicendo cinque cose a loro volta, e poi invitando altri tre bloggers a fare lo stesso.

I prescelti sono:

 

Benvenuti nel mondo di patty – http://cid-a45811a680d36cd6.spaces.live.com/

Mr Keeps getting better 2008 – http://aguileralekalba.spaces.live.com

Just G – http://speakmyvoice.spaces.live.com

 Baci a tutti, Frank

Annunci

5 thoughts on “cinque

  1. Beato te che almeno riesci a staccare la spina andando in bicicletta…io se lo faccio al massimo mi stacco le coronarie vista l’esperienza di agosto…la quarta foto però è un po’ storta non trovi?d.

  2. inguaribile frank smetti di paragonarti allo yugurt io lo odio e poi tu sei una persona dolce non acida possibile che non cambi mai? una tirata di orecchie te la meriti e…… va be anche u bacione ciaooooo

  3. @ Will74: alcune foto le faccio un tantino inclinate apposta per farle notare! ;-p
    @ Patty: quella dello yogurt è una piccola metafora ironica (anche per introdurre il video che stavo ascoltando in quel momento!), non sono molto giù di morale! Grazie cmq per il pensiero! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...