certi conti come si chiudono?

Sto attraversando un periodo di scoramento… mi mantengo impegnato, cerco di fare sempre qualcosa senza stressarmi più del dovuto…
Nella primavera del 2008 avevo ottenuto la convalida della nuova residenza… ricordo ancora quei giorni… nuove sensazioni, nuove idee, nuovi amici… e poi, col passare del tempo chiudevo ad uno ad uno i vari conti rimasti aperti col passato che non tollero più…
Lo so che il passato è quelo che forma l’individuo, ma non deve influenzare l’individuo… Io ho chiuso i miei conti con il passato… è il passato che a quanto pare non li vuole chiudere con me!
Sono due settimane che mi sto rompendo la testa (e non solo quella) per risolvere due rogne cadutemi dal cielo, così… all’improvviso!
Il passato non mi molla, è come un dobbermann che mi ha azzannato alla gamba e non mi vuole lasciare, mi dilania la carne facendomi soffrire… e non so come liberarmene…
So solo che sto soffrendo di nuovo e che l’unica soluzione è aspettare… aspettare l’eco del "rumor di sciabole" della settimana scorsa, ma non è l’eco – che potrebbe addirittura travolgermi – a spaventarmi… è il silenzio!
Se non ci sono rumori… niente ti può distrarre dagli spiacevoli pensieri che possono affollare la mente di chi sta in pena… che toglie il sonno… l’ottimismo… la lucidità…
Ci si riduce a lavorare e basta.
Ci si consuma a pensare che certi problemi non hanno soluzioni.
Ci si fa venire emicranie tremende tentando di capire il paradosso di una persona che orgogliosamente predica il bene, per poi razzolare male… soprattutto contro chi come me… come noi… amano persone dello stesso sesso…
Ci si comincia a pensare che forse, tutto quello che si è conseguito per cercare di recuperare un equilibrio, non è abbastanza…
Come si fa a tagliare i ponti col passato impedendogli di non presentare assurdi conti?
Annunci

3 thoughts on “certi conti come si chiudono?

  1. Post Scriptum: …la cosa brutta è che, come un tempo, mi porto addosso una maschera di "normalità standard/annoiata" sulla faccia! Non voglio tornare indietro!

  2. e non devi!!!!!!! non ti proccupare, vedrai che si risolve anche questa grana, tu continua x la tua strada e soprautto….. grinta!!!!!!!!! ti abbraccio con un mondo di affetto

  3. Patty, a volte ho l’impressione che aspettare chele cose si risolvino da sole sia solo una perdita di tempo… quando invece non posso fare altro che aspettare, beh… l’attesa mi angoscia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...