pic nic della liberazione

Oggi ho passato un bel 25 aprile… nei miei progetti, l’intenzione era di passare questa giornata facendo un pic-nic al parco del crostolo, qui in città… invece, su insistente suggerimento del mio amico Angelo, siamo invece andati, con Cecilia, all’Istituto Alcide Cervi a Gattatico… ed è un luogo di memoria e di studi sulla resistenza in varie forme, dai movimenti contadini alla resistenza durante la guerra… i figli di Alcide Cervi, i 7 fratelli Cervi, (Gelindo; Antenore; Aldo; Ferdinando; Agostino; Ovidio; ed Ettore) furono partigiani anche se per breve periodo (furono fucilati nel novembre del 1943), ma molto attivi, e se volete saperne di più cliccate sulle parole gialle!!! 
Sin dal dopoguerra, la memoria del martirio dei 7 fratelli, in molti venivano nei "campi rossi" (dove i Cervi erano affittuari, e non più mezzadri), venne diffusa sempre più tanto da essere oggetto di un film del 1968, diretto da Gianni Puccini, e fra gli interpreti, Gian Maria Volontè, Lisa Gastoni, Don Backy, e Renzo Montagnani… e di cui vi propongo una clip… Pellicola di film
Sempre per diffondere questo pezzo di storia italiana, nacque l’Istituto (ed annesso Museo) nel 1972, inoltre vi segnalo che su Youtube esiste anche un canale dedicato a loro (ri-cliccate sull parola in giallo)!
Oggi, 25 aprile, 65° anniversario della Liberazione, il parco-istituto-museo oggi era pieno di gente, bancarelle, c’era anche il banchetto dell’ANPI, dove prima di andar via, abbiamo preso i fazzoletti tricolore da annodarci alle spalle… appena arrivati ci siamo messi a cercare un posto dove stendere il plaid, e mangiare… io ho fatto la pasta al forno, e gli altri hanno portato altre cose da mangiare… ed essendo tutti gay ci siamo messi a commentare sul tipo che ci poteva piacere a noi due ometti, e sulle tipe che potevano piacere alla nostra amica. Sorriso
Nonostante fossimo circondati di gente, nessuno ha detto una parola… Sorpresa …me ne sono accorto per caso, quando Cecilia ha notato una donna che mi guardava insistentemente… insomma, per dirla franca… le piacevano lomini de panza, che sò tutti sostanza, e con le occhiate che me faceva, stava a rimanere incinta! Linguaccia
Oggi, come ieri dobbiamo sempre ricordarci che la democrazia non è una cosa che una volta ottenuta l’abbiamo sempre… mi è venuto in mente quando mi sono reso conto che apertamente parlavo di uomini e non m’importava se qualcuno mi sentiva, anzi qualcuno ha sentito ma non ha fatto il minimo commento e nessuna minima smorfia, anzi mi sono reso conto che c’erano anche parecchi gay… a trovarne uno da baciare non si sarebbe scandalizato nessuno!
Sarebbe bello se fosse cosi in tutto il nostro Paese, ma come la democrazia, anche i diritti vanno conquistati e difesi con la lotta.
Diamoci da fare.
Buon 25 aprile a tutti!   Sorriso
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...