Addio Signora Sandra…

L’agonia è durata 5 mesi…
Una mia collega aveva pronosticato che "non sarebbe arrivata neanche ad agosto"… non lo disse con cinismo, nella sua voce c’era ansia e preoccupazione, quasi si fosse parlato di una parente. Indubbiamente era molto amata, e lei lo sapeva.
Chi più, chi meno, ci siamo preoccupati tutti… soprattutto quando invocava il suo Raimondo… straziata dal dolore.
Il solstizio d’autunno quest’anno è segnato dalla morte della Signora (la "S" maiuscola è d’obbligo!) Sandra Mondaini vedova Vianello.
Come 5 mesi fa, avevo il turno di pomeriggio e a differenza della morte del Signor Raimondo (se ci fossero problemi tecnici, cliccate qui e scendete fino al post), la notizia l’ho saputa quando rientrato a casa dopo mezzanotte, ho acceso la tv e ho visto su Rai2 alcuni sketch della popolarissima coppia. Stordito dalla stanchezza e dalla cefalea pensai che forse la Rai, per starle vicina, aveva pensato di festeggiare il suo compleanno ma l’istinto mi suggeriva che ricordavo male qualcosa (infatti era nata l’1 settembre, non il 21 settembre!), e appena trovato un tg, la notizia.
Mercoledì ho comprato il Corriere della Sera, dove ho letto anche la polemica scatenata dalla nipote di Raimondo Vianello, e su qualche tg apparve uno spezzone video in cui la "zia Sandra" commentava un pò "causticamente" su di lei, sottolineando fra l’altro che era nipote del marito e non sua. Ho provato una sensazione disgustosa leggendo quelle righe… non era stato nemmeno fatto il funerale che questa nipote – a torto o a ragione, forse non lo sapremo – scatenava polemiche ereditarie… davvero un pessimo gusto!
Ieri ho visto i funerali… Pippo Baudo, commosso, questa volta non ha parlato dal pulpito… tanto di cappello.
Durante l’omelia non riuscivo a non pensare su quello che stavo provando… alcune cose le avevo pensate già 5 mesi fa e le avevo anche messe per iscritto sul mio blog… ero triste ma non sentivo l’angoscia come allora… riflettevo su quanto aveva potuto soffrire… daltronde, so purtroppo cosa significa sopravvivere alla persona che si ama… lei è durata 5 mesi senza il suo amato Raimondo… ce l’ha messa tutta… poi ha finito di soffrire e adesso e accanto a lui… per sempre… nei nostri cuori.
Addio Signora Sandra, grazie di tutto il buonumore ed i mille e più sorrisi che ci ha donato, e mi raccomando… mi saluti suo marito! Rosa rossa
 

Annunci

3 thoughts on “Addio Signora Sandra…

  1. avevo immaginato che non sarebbe passato molto dal momento che raggiungesse il suo amato raimondo,mi rattrista pensare che nella morte sono stati divisi,non credo l avessero voluto. posso solo dire un grazie x tutti i bei momenti che ci hanno donato

  2. l’abbiamo pensato tutti, qualcuno dava più tempo, qualcun’altro meno… ho sentito dire che le sepolture separate erano delle loro volontà, ma ad ogni modo sono sicuro che adesso sono e resteranno sempre insieme… neanche la morte può dividere ciò che l’amore unisce… ahimè, lo so bene…

  3. Pingback: 2010 – seconda parte « Tαξίδια είναι το όνειρό μου και η αμαρτία μου

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...