2010 – prima parte

Son 3 anni ormai che esiste questo blog… diario, giornale, e manifesto della mia vita, delle mie emozioni, delle mie sensazioni, dei miei pensieri… e ora che quest’anno sta finendo è l’ora di tirare un pò i conti di quest’anno che è stato quasi una fotocopia del 2009.

Ma apriamo una finestra su quest’anno che sta per finire…

La cosa che per prima mi passa per la testa è che mi dispiace un casino che sia cambiata la piattaforma… da Windows Live Spaces a WordPress, il cambio non è stato perfetto!
Ci sono molti strumenti utili, è vero, ma non ho più la possibilità di mettere video di Youtube sulla home page… ne avevo due, uno messo su agli inizi….

 e lo definivo “il mio inno” perchè sembra quasi che quella canzone mi presenti… the beat goes on /nothing’s wrong /with the song / can you see it forever /ehy! / Look at me / I’m the one / gotta made the connection! —> il battito va avanti / niente di sbagliato / con la canzone / lo puoi vedere per sempre / ehy! / Guarda a me / io sono uno / che fa la connessione!
E non si parla certo di una connessione internet! Continuo nonostante tutto ad essere connesso a questo mondo e a non lasciarmi più andare, nonostante tutte le varie tentazioni presentate dalla stanchezza!
Il secondo video l’ho aggiunto lo scorso gennaio, ricordo di averci scritto su anche un post

…ero davvero in fibrillazione e lo fui ancora di più circa 6 mesi dopo! Ma di questo scrivo più avanti…
Purtroppo, nel passaggio con la nuova piattaforma sono saltati quasi tutti i collegamenti video. Inoltre non ho la possibilità di pubblicare le foto che faccio
, come quelle di Brescello, e quelle che non son riuscito a pubblicare come Messina, Bologna, Guastalla, 50° anniversario dei fatti di Reggio Emilia, FestaReggio 2010, e così via

Un altro passaggio, questo più recente, è stato quello alla televisione digitale terrestre… una cxxxxta pazzesca!!! Mi piacerebbe vedere Rai Storia e invece no, mi becco Rai Yoyo ed il tg3 regionale del veneto! (Come che a me interessa sapere cosa succede in veneto…) E spesso e volentieri (anzi, nolentieri!) perdo il segnale di La7 e di tutto il suo MUX… questa si che è stata una stronzata pazzesca!

Un’altra cosa di quest’anno è stata la frequenza con cui gli operatori del pronto soccorso mi hanno visto nella triage ad aspettare come un’anima del purgatorio… una sciatica, una tendinite, una ferita infettata, un polso slogato… e se ci andavo altre due volte magari mi davano il premio fedeltà! So solo che ora, a fine anno, mi trovo un cassetto pieno di medicinali (o meglio, di scatole di medicinali) da ripulire… (spazzatura… non sono così scemo da impasticcarmi!)
Anche quest’anno l’economia è stata una battaglia vinta sul filo del rasoio. Secondo le stime son riuscito a mettere qualcosina da parte… nonostante il matrimonio (l’ultimo) a cui ho testimoniato!
L’anno prossimo, voglio andare in vacanza all’esterooooooooo!!!
Anche perchè l’estate, anzi, il mese di agosto in Italia è alquanto insidioso… su questo il puttino cretino ne sa qualcosa…!!!
Questo brano che segue, dice qualcosa a riguardo di quello che ho provato tra agosto e ottobre, quando poi ho capito che purtroppo non c’è nessuno interessato ad avere il mio cuore…

 

L’estate prossima, niente cotte e niente flirts, niente innamoramenti inutili che si risolvono in uno spreco di tempo non appena arriva l’autunno! Sembrerò forse arido, ma il contraccolpo di questo innamoramento lo sto pagando caro… è da allora che mi riprommetto di essere più attivo e invece, mi ritrovo spesso sul letto, apatico e vuoto… Quanti pensieri mentre ero innamorato…
Alcuni erano tormenti che non sentivo da un bel pò e di cui avrei fatto volentieri a meno!
Ad esempio quando sono sceso in calabria saudita… mentre il treno stava attraversando la toscana, andando in bagno ho visto una coppietta che si baciava teneramente… per un attimo ho visto altri volti invece di quelli reali – la stanchezza giocò un brutto scherzo! – e inevitabilmente, non potevo fare a meno di pensare certe cose di cui mi ero liberato – seghe mentali – sui tempi in cui la disperazione era più che cupa… quest’anno avremmo avuto il nostro 10° anniversario
Arrivando col treno a Roma, una tachicardia, sudore intenso e freddo, insomma… un attacco di panico mentre ero in uno stato di mezza veglia… è orribile e vi auguro a tutti di non provarlo mai!
Avevo il mio lettore mp3 alle orecchie e… sarà stato un caso o un colpo di fortuna?
La canzone che mi calmò fu…

… per chi mastica meglio il francese…

…mi rimisi a dormire più sereno… e mi svegliai sorpreso di come la musica potesse essere così influente sul mio stato d’animo.
Ascoltate uno di questi due brani, concentratevi e chiudete gli occhi e poi ditemi… come vi sentite dopo?

Io non riesco a descrivere la serena e piacevole sensazione che mi ha lasciato questo brano, che ha richiamato alla mente tutto l’amore e i ricordi di quella che è stata la parte più importante della mia vita. A volte son cosi timido ed impacciato da non riuscire a spiegare le mie emozioni nemmeno a me stesso!

E ancora non sono riuscito a sconfiggere la mia timidezza… nonostante sia tornato un pochino a ballare… ma di questo e altro ne parlo alla prossima…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...