Tutta la vita davanti

Questa volta il film non l’ho visto in dvd, ma lo trasmettevano su canale 5 in piena notte…

Film diretto da Paolo Virzì e tratto dal libro “il mondo deve sapere” di Michela Murgia (se lo trovo in biblioteca, lo leggerò e lo recensirò!), riflette la situazione attuale nel mondo del lavoro precario.

Marta/Isabella Ragonese è una ragazza siciliana trapiantata a Roma per motivi universitari, infatti si laurea con lode in filosofia. Invece, il suo fidanzato Roberto/Edoardo Gabbriellini va in america con una borsa di studio a fare il ricercatore universitario. E da allora, sostiene parecchi colloqui che si concludono tutti con la fatidica frase “le faremo sapere”… tanto che alla fine accetta di fare da baby-sitter a Lara, una piccola bimba innocente che ha per madre la “spensierata” (perchè un pensiero in quel cranio, muore di solitudine!) Sonia/Micaela Ramazzotti (che non sempre fa parti di questo genere, e ciò conferma che come attrice è davvero brava!) che lavora in un call center alla Multiple Italia. Su consiglio di Sonia, Marta trova lavoro li. Si rivela abbastanza in gamba anche se distaccata dai riti di “inizio giornata” o dall’sms quotidiano inviato dalla capo-telefonista Daniela/Sabrina Ferilli. Quest’ultima, è innamorata persa di Claudio/Massimo Ghini, che è il titolare della società, che mollato dalla moglie, è molto attaccato ai suoi figli e di mettersi con Daniela non ci pensa minimamente. La società vende un elettrodomestico-patacca, che viene assemblato li, e viene venduto dai ragazzi su appuntamento preso dalle telefoniste.
Marta conoscerà sull’autobus Giorgio/Valerio Mastrandrea, sindacalista CGIL, di cui prenderà una cotta svelandogli i segreti dell’azienda, dai riti di inizio giorno alle premiazioni e punizioni di fine mese, dalle danze maori fatte dai venditori al goliardico “play off” che deve sostenere il peggior venditore del mese. Per lui, lascerà Roberto, ma scoprirà presto che Giorgio (che nel frattempo ha conosciuto Sonia)(anche in senso biblico) non è quel che lei pensava. E qui tutti i personaggi si intrecciano…
Nel suo lavoro Marta, per ingraziarsi i contatti-potensiali clienti, “spia” su internet dove abitano e racconta qualche piccola bugia, giusto per ingraziarsi le simpatie e ottenere l’ok all’appuntamento per i venditori.
Durante una di queste “recite”, parla con la signora Franca/Tatiana Farnese dal quale viene a sapere che la nipote di quest’ultima si è suicidata perchè non trovava lavoro, allora sapendo anche che non poteva permettersi l’elettrodomestico-patacca, decide di non mandare al momento nessun venditore. Ma la signora Franca si farà viva telefonandole in azienda… alla fine Marta le manderà Luciano, alias Lucio2/Elio Germano, che è già in crisi sul lavoro, ruba 300 € della pensione della signora Franca.

In seguito a pubblicità negativa, l’atmosfera in azienda si fa pesante. Sonia, in buona fede parla con il sindacalista, dopo una sua visita in azienda, e vista da una guardia aziendale, viene licenziata in tronco, e decide quindi di fare la prostituta. Altre persone ci rimettono il lavoro, Lucio2 oltre al lavoro ci stava rimettendo la vita in seguito ad un burrascoso licenziamento e ad una guida spericolata quanto disperata che lo fanno scontrare contro un camion… Giorgio (cazziato precedentemente d Marta) ed il sindacato, convince Lucio2 ed altri impiegati a fare causa per mobbing contro l’azienda… ma la causa non avrà luogo, non tanto per motivi giuridici… una sera, Daniela rivela a Claudio che è incinta di lui e spera quindi di poter coronare il suo sogno d’amore con lui…

[ATTENZIONE: IN QUESTO PARAGRAFO STO SVELANDO IL FINALE!]

…lui la disillude… e lei lo uccide.
La mattina dopo, davanti a tutti gli impiegati attoniti per l’omicidio commesso la sera prima, Daniela arriva in azienda come se niente fosse e viene arrestata. Rimasti di fatto disoccupati, tutti quanti, uomini e donne, vanno a divertirsi per alcune ore in un centro commerciale… e di qui si perderanno poi di vista dal film. Nel mentre che stanno tutti a divertirsi, con una telefonata, Marta viene a sapere che la madre – malata di cancro – non c’è più. Al ritorno, scrive un saggio e lo manda a pubblicare in Inghilterra. Verrà pubblicato e Marta verrà pagata 300 €… Al ritorno a casa, dopo l’ennesimo colloquio di lavoro, trova la piccola Lara fuori casa… Sonia infatti aveva un cliente in casa, e decide di portarla dalla nonna della piccola… Sonia, in uno scatto di orgoglio materno scaccia i clienti, insegue Marta e riprende la piccola e Marta ed insieme vanno poi dalla signora Franca. Marta le dà i 300 € appena incassati dalla pubblicazione del suo saggio, facendole credere che effettivamente il suo (ex-)collega li aveva presi per sbaglio, e dopo aver visto le foto della nipote morta, e dopo le insistenze della signora Franca ad offrirle qualcosa… scoppia in lacrime, sfogando così tutta a sua frustrazione, il dolore, la fatica, di tutti quei mesi.
Il film finisce così… con la signora Franca che invita Marta, e di seguito anche Sonia e Lara, a pranzo, e mentre parla con la piccolina, viene fuori che da grande “vuole fare filosofia”! Un finale piuttosto commuovente.

[FINE DEL PARAGRAFO CON IL FINALE DEL FILM!]

In questo film si nota come tutti i dipendenti di questa azienda truffaldina siano dei poveri ignoranti allevati a tv e grande fratello… non vi fa riflettere?

Giudizio: Il cast è ottimo così come anche la regia di Virzì. Questo film è difficile da catalogare… come commedia è abbastanza amara, come dramma… ha un bel finale, e acuni momenti sono davvero esilaranti! Merita proprio di essere visto! Anche perchè riflette, e senza molte esagerazioni, un aspetto tipico di questi ultimi anni!  Pellicola di film Pellicola di film Pellicola di film Pellicola di film

Annunci

2 thoughts on “Tutta la vita davanti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...