Lezioni di felicità

Ecco un altro film (stavolta franco-belga) di cui ho comprato subito il dvd…

Odette è una quarantenne vedova che lavora come commessa nel reparto profumeria di un grande magazzino e tira a campare arrotondando come “piumaia”, abita in una piccola casa popolare nella periferia della cittadina belga di Charleroi, insieme ai due figli – Rudy, un parrucchiere gay; e Sue-Helen, disoccupata – e al fidanzato della figlia – Polo, nullafacente anche lui – eppure si alza ogni giorno con la serenità e la gioia di vivere… ha un piccolo mondo tutto suo, in cui il poster attaccato di fronte al letto la saluta quando sta per spegnere la luce dell’abat-jour, in cui canta canzoni di Josephine Baker quando cucina o apparecchia, e fa piccoli favori a chi le sta attorno. Il suo scrittore preferito è Balthazar Balsan, un uomo che vive in una bella casa agiata in un quartiere bene di Parigi, con una moglie in carriera, bella ed intellettuale, un figlio timido che va ancora a scuola, quando capita, commette anche qualche scappatella… non guarda quasi mai la televisione e scrive libri romantici apprezzati da moltissime donne come Odette.
Eppure, fra questi due, la più felice è Odette, infatti pian piano, Balthazar scoprirà che il figlio si vergogna di lui ed usa il cognome materno, e mentre un critico gli darà filo da torcere, verrà a scoprire che sua moglie è diventata l’amante proprio di questo tizio qui. Insomma, è sul punto di farla finita, e ci prova pure… ma fallirà e prima di riprovarci una seconda volta, troverà una lettera che Odette gli ha scritto e allora decide di andare da lei a prendere lezioni di felicità.
Comincerà a cambiare tutto, e non solo la vita dei due…

Un film dolce e romantico, ma non troppo stucchevole (come genere e come messaggio arriviamo a sfiorare di nuovo “il favoloso mondo di Amelie”), il ritmo è quello francese (per noi italiani un pò lento) ma comunque gradevole. Le musiche di Nicola Piovani eseguite dall’orchestra filarmonica di Roma sono perfette per il personaggio di Odette Toulemonde interpretata da una bravissima – ma in Italia poco conosciuta – Catherine Frot, che non mancherà di farci sorridere anche canticchiando o ballando i pezzi classici del repertorio di Josephine Baker, e che ci contagierà con il suo buonsenso e buonumore. Pellicola di film Pellicola di film Pellicola di film Pellicola di film Animoticon

Annunci

2 thoughts on “Lezioni di felicità

  1. Pingback: Odette Toulemonde « Tαξίδια είναι το όνειρό μου και η αμαρτία μου

  2. Pingback: Oriana – incontri e passioni di una grande italiana | Tαξίδια είναι το όνειρό μου και η αμαρτία μου

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...