oggi si ride, oggi non più

Martedì avevo un mal di gola tremendo che non riuscivo nemmeno a parlare… tanto che ero afono – con grandissima gioia dei miei colleghi – e oltre agli straordinari normali, mi son toccate (a causa di un imprevisto) altre tre ore di lavoro quasi in notturna… infatti sono andato via per aver raggiunto il limite massimo di ore giornalere.

Ma chi diamine me lo fa fare di fare l’eroe del lavoro così?

Infatti mercoledì mattina, ero con la febbre a 39,2° ed una voce che mi ha lasciato con gli occhi spalancati… infatti sembravo lo scrittore Camilleri!!! Ha telefonato mia mamma…beh…  NON MI HA RICONOSCIUTO!!!!!


(per darvi un’idea vi lascio questo audio di Fiorello che imita Camilleri!)


(ma si daie, famose due risate!!!)

Vivo da solo eppure non avevo mai notato prima che a casa, difficilmente parlo da solo… mentre negli altri appartamenti risuonano sempre delle voci – o degli schiamazzi – e anche se tengo la tv accesa, ci credo che i condomini credono che non ci sono mai… (e alcuni di loro tengono la tv accesa quando escono di casa… lo fanno davvero… ma perchè?)

Nonostante abbia arredato casa, e personalizzata al massimo, manca ancora quel tocco di calore umano… non mi ero accorto del silenzio rotto dalla televisione… che tristezza… e aumenta passando ad un argomento più serio…

Ieri la televisione rumoreggiava per me… ormai non ci facevo neanche caso, visto che leggevo un libro preso dalla biblioteca due settimane fa… almeno fino a quando la mia attenzione è stata catturata dal jingle del tg1 dell’edizione delle 17

Roma è stata l’unica città in cui le manifestazioni degli indignati hanno preso una piega completamente diversa da tutte le altre manifestazioni in contemporanea in tutto il mondo. Perchè tutte quelle violenze solo a Roma? Che figura c’hanno fatto ai riflettori dell’opinione pubblica dei Paesi stranieri le nostre autorità e le nostre forze dell’ordine? Ma che figura ci facciamo noi italiani??!!!
Non mi vergogno di essere italiano, mi vergogno che fra i miei connazionali ci siano anche quelle teste di cazzo, quei deliquenti, che hanno scatenato tutte quelle violenze. Come se non bastasse, in questo Paese che – sembra debba per forza essere definito come quello che – sta “riscoprendo le sue origini cattoliche e quanto queste siano profonde”, il tg1 ci informa, all’ora di pranzo non solo della violenta aggressione subita dalla chiesa di San Marcellino e di come crocifisso e statua della Madonna sono state distrutte, ma – anche se sono agnostico – il regalo, lo scoop, l’esclusiva delle immagini della distruzione di quella statua, mostrate due volte in successione! Ebbene, mi hanno fatto girare i cosiddetti!

Non erano immagini da far vedere all’ora di pranzo! Non solo per la sensibilità civile di ognuno di noi,ma anche e soprattutto per le menti deboli ed innocenti dei bambini che certamente erano a tavola coi loro genitori in quel momento.

Ci scommetterete che nei prossimi mesi – e questo episodio sarà citato fra i più culminanti – ci bombarderanno di notizie riguardanti “attacchi alla Chiesa” o di “rigurgiti anticlericali”?
Come difendere altrimenti certe assurde dichiarazioni da parte di alti prelati come l’arcivescovo di Torino, o peggio ancora quelle del vescovo emerito di Grosseto, Mons. Babini, che oltre ad essere un omofobo convinto è anche un vero e proprio antisemita. E mi limito giusto ai due più recenti personaggi passati agli onori della cronaca.

Ora che la voce mi è tornata, lo voglio dire… tutte queste violenze di ieri, e le divisioni che ne usciranno… a chi giovano? 

Annunci

2 thoughts on “oggi si ride, oggi non più

  1. Pingback: Desperate Housebachelor in the city #8 – architetti fateve da parte… « Tαξίδια είναι το όνειρό μου και η αμαρτία μου

  2. Pingback: “D’inverno un leone… | Tαξίδια είναι το όνειρό μου και η αμαρτία μου

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...