Le cose non dette

Ultimamente tutto (o quasi tutto) quello che dico, viene frainteso e spesso viene usato contro di me.
È una cosa che mi ferisce molto scoprire che le mie parole sono fraintese, o non ascoltate, cadute nel vuoto.
Ciò mi deprime e mi fa sentire come se non esistessi. I latini dicevano:

verba volant, scripta manent – le parole volano, gli scritti rimangono

ma ultimamente, da quasi un anno a questa parte, i miei scritti sotto forma di bozze rimangono nel blocco degli appunti e a dispetto del proverbio che ho citato prima, volano… …dritte nel dimenticatoio! Qualche esempio?

  • Olimpiadi di Londra
    La 30ma edizione dell’era moderna si sono aperte e sono terminate con delle cerimonie festose tipicamente britanniche, mostrando la cultura eclettica e un’identità ben precisa di un Paese che dovrebbe essere preso come modello dal Nostro. Serio eppure umile nonostante un grandioso passato, dove vi è insita una dignità ed un rispetto per la collettività, un Paese insomma, visto con ammirazione da tutto il mondo. Eppure capace di essere anche leggero, di ridere di sè e dei suoi simboli inviolati, come mostra il filmato realizzato dalla BBC e trasmesso all’apertura dei giochi, in cui nientepopodimenochè la Regina Elisabetta IIa in persona, ha esordito nel mondo della recitazione, interpretando se stessa come Bond-girl… a 86 anni! (Certo c’è da sottolineare che è anche il “boss” a cui è a servizio James Bond/Daniel Craig!) Certo un’immagine ben lontana da quella istituzionale dei discorsi natalizi e dei ritratti e foto ufficiali
  • Il caso di Alex Schwarze
    Eccone un altro. Dopato, scoperto, ed infine, espulso dai giochi (e mi pare di aver capito, non solo da quelli!)!! Ma a differenza delle altre volte, questa volta mi sono un pò dispiaciuto dopo aver letto le interviste… forse perchè capisco cosa significa avere un corpo che improvvisamente tradisce prima del tempo, in più la notorietà, i mass media addosso perchè fidanzato con un’altra atleta… (oddio… Carolina… la pattinatrice sul ghiaccio…)
  • Emotivi anonimi
    Recensione del film francese visto al cinema estivo.
  • The Iron Lady
    Recensione del film visto lo scorso 26 febbraio, poche ore prima che venisse assegnato l’Oscar a Meryl Streep come migliore attrice protagonista per questa straordinaria pellicola europea.
  • Il terremoto in Emilia
    Non solo una testimonianza di dov’ero e/o cosa facevo durante le due scosse principali, ma anche le mie impressioni sui giorni dopo, sulle reazioni della popolazione, dei mass media, e su come sentire le scosse abbia cambiato qualche mia abitudine, ad esempio adesso non riesco più a dormire senza la tv accesa.
  • Il 17 maggio
    Un lungo articolo, un ragionamento sulla giornata mondiale contro l’omofobia e la transfobia, sui danni che questa “fobia” (ma io la chiamerei malattia o patologia) fa su di noi, e un accenno ad un video che mi ha quasi commosso.
  • Il mio 2° gay pride
    Dai bei momenti della parata sobria e senza carri, alla festa ufficialeal parco nord. E tutti i tribolamenti mentali connessi!
  • Addio Donna
    Un pensiero ad un’artista straordinaria e sulla sua musica coinvolgente e inconfondibile, con una carrellata sulla sua biografia, condita con i video dei suoi brani più belli. Ed alcuni miei ricordi su un suo album.
  • Post senza titolo per il 20° anniversario delle stragi di Capaci e di via D’Amelio
    Pensieri amari su un bruttissimo capitolo della storia recente del nostro Paese.
  • Post senza titolo per il 20° anniversario di Tangentopoli
    Altri pensieri amari e considerazioni e anche paragoni tra il declino della “prima repubblica” e l’attuale declino della “seconda repubblica”!
  • Post senza titolo per il 50° anniversario della morte di Marilyn Monroe
    Personalmente non mi fa impazzire ma una figura controversa come lei non può non affascinare chiunque. Un’icona cinematografica diventata leggenda e come ogni leggenda c’è qualcosa di vero come qualcosa di falso.

Quindi come per altre cose, mi ritrovo in arretrato anche sullo scrivere i miei pensieri… e se devo pensare alle ricorrenze, a fine mese sono 15 anni che è morta Lady D, e una settimana dopo sempre 15 della morte di Madre Teresa di Calcutta.
Oggi poi, caso ha voluto che incrociassi – in un certo qual modo – 4 persone che ho conosciuto in passato, due li conoscevo bene e due invece meno… non sto a spiegare l’ambaradan, ma… due di queste persone non ci sono più, e non ho potuto non pensare che anche noi, che a differenza delle parole dette, siamo certo più “tangibili”, beh, anche noi non “restiamo” per sempre. Lo so meglio di molti altri ma a ricordarlo c’è da star male. Abbiamo un corpo ed tempo limitato e sarebbe saggio vivere al meglio. Le nostre parole, dette, scritte sulla carta o anche su un post di facebook o di un blog, sono le tracce che lasciamo insieme ai ricordi, ai sentimenti, alle emozioni. Tracce del nostro vissuto, tracce che lasciamo a chi abbiamo accanto e a chi non abbiamo vicino. Spariranno col tempo, ma almeno per un pò, sono le prove tangibili che abbiamo vissuto una vita, Chi bene e chi male. Chi conoscendo l’amore e chi invece no. Ma per quante di queste tracce potremmo lasciare, tante restano e tante saranno, sempre… le cose non dette.

Annunci

One thought on “Le cose non dette

  1. Pingback: Addio 2012, a mai più! « Tαξίδια είναι το όνειρό μου και η αμαρτία μου

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...