Addio 2012, a mai più!

Tirare il bilancio di quest’anno è stata un’impresa non da poco. Ma voglio festeggiare il fatto che sia finito questo 2012!

Un anno che – a parte alcuni momenti sereni – non mi mancherà affatto! Un anno che è stato fedele al tradizionale proverbio “anno bisesto, anno funesto”… fin troppo fedele, il 2012 è stato un anno nefasto!

Già a febbraio, oltre a non festeggiare San Valentino, mi son ritrovato a non festeggiare nemmeno San Faustino (patrono dei zit… ehm, dei single!) in quanto andando al lavoro mi son ristrovato a fare culiday on ice su una lastra di ghiaccio ben mimetizzata! Passando poi le successive 6 ore sdraiato inclinato su una barella al pronto soccorso! La birrata tradizionale è rimasta un ricordo del 2011.
In quelle 6 ore sono rimasto a riflettere sulla mia vita sociale e su pensieri connessi ad essa, che tra una cosa e l’altra erano sopiti e caduti nel dimenticatoio!

Nella Giornata Mondiale contro l’omofobia, un cancro ai polmoni ci priva della voce di una grande artista, una Regina della disco, Donna Summer, apprezzata da gran parte della comunità gay…

Poco dopo la morte di Donna Summer, una delle più belle voci della disco, il terremoto che ha sconvolto l’Emilia ha marcato la solitudine di cui sono circondato, infatti la notte del 20 maggio, ero a dormire da solo e la mia paura non era tanto quella di altre scosse, ma quella di finire sepolto vivo sotto il palazzo dove abito e che nessuno potesse prestarmi soccorso. Il 29 maggio poi, mentre i miei colleghi pensavano ai loro cari, io pensavo… al mio televisore!

(se siete impressionabili, non guardate questo video)

Giugno… sono andato al gay pride nazionale di Bologna, e mentre il corteo sobrio era forse anche meglio di quello del 2008 (i fondi destinati ai carri furono invece devoluti per aiutare le vittime del sisma che ci ha colpito in emilia), ho commesso l’enorme errore di andare anche al party ufficiale, dove la mia autostima è stata smassacrata alla grande visto che con migliaia di uomini gay in giro, nemmeno uno mi si è avvicinato per provarci con me! (Non credo neanche che avrei detto subito di si, ma caspio, manco uno che ci provasse!!!)

La seconda metà del mese è stata di gran lungo peggiore! Se prima mi sentivo solo, in quel pezzo di mese ho sentito la completa estraneità della mia famiglia nella mia vita. Non siamo distanti solo in termini di chilometri, ma di anni luce, e da molto prima che me ne andassi. Dal ritorno a casa ho avuto (e tuttora mi vengono) tachicardie parecchio forti, peggiori delle precedenti e mi sembrava spesso di essere lì per lì per morire.

È seguita un’estate senza infamia e senza gloria, ma con pensieri tristi ed angoscianti che si formavano come niente, tra una tachicardia e l’altra, pensieri tristi che si sono concretizzati in azioni, e ad agosto, uff… che brutto mese è stato anche quello. Fra tante cose brutte, altre persone che conoscevo hanno lasciato questa valle di lacrime, e mi sono accorto di quanto poco stessi scrivendo, e di quante erano le cose non dette.

E arrivato ottobre, son passati 5 anni da quando lasciai la mia famiglia, e tirai le somme di come i miei sogni e le mie prospettive non solo non si erano realizzati ma nemmeno mi ci avvicinavo… il giorno dopo aver scritto… una lettera, una dolorosa scoperta, la voglia di finire un brutto capitolo ed ecco che faccio la valigia, per verificare e per dare sfogo alla rabbia, al dolore, allo sdegno. Scoprire certe cose fa male… ma mai come posso far male io. Ma questa volta non mi sono fermato a leccarmi le ferite, no, ho fatto vedere i sorci verdi a chi se li meritava, prima di andarmene in un confortevole oblio.

Resta il fatto, che tirate le somme, il 2012 non mi mancherà granchè! Proprio un anno di…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...