Berlinguer ed il Professore

Questo libro l’ho trovato per caso su una bancarella di libri usati a Bologna

copertina Berlinguer ed il Professore

In un ipotetico futuro – che in realtà, trattandosi dell’anno 2000, è ora un recente passato – il segretario personale del “professore” – soprannome del democristiano Amintore Fanfani – segretario della Democrazia Cristiana, racconta a sè stesso e al lettore una serie di eventi che ha portato l’Italia ad uscire dalla crisi in cui era caduta nei primi anni ’70, arrivando ad attuare un compromesso storico con Enrico Berlinguer, segretario (anche qui in questo libro) del Partito Comunista Italiano. (Ma sarà un compromesso del tutto diverso da quello sempre proposto nella realtà da Berlinguer.)
In questo ucronico futuro, l’Italia è una potenza mondiale di tutto rispetto, nazione guida di un “quarto mondo” – termine con cui si indica in questo caso non i Paesi più poveri e sottosviluppati, ma le nuove economie emergenti – con una Milano diventata il maggior centro finanziario europeo al posto di Londra e Francoforte, ed una Roma con addirittura 16 linee di metropolitana, ed il traffico gestito da solo 9 – si, nove – vigili urbani che coadiuvano l’azione di 3 supercervelli elettronici.
Uno scenario di fantasia immaginato nel lontano 1975, che lascia intravedere inizialmente l’anarchia ovunque, perfino nei giardini del Quirinale, prestiti internazionali americani con garanzie imbarazzanti e grottesche, quardie del corpo importate dall’estero, e (previsione incredibile per quei tempi) un Papa tedesco che voleva essere il più romano dei pontefici (risultato disastroso nella fantasia)(come nella realtà!!) che ha rischiato di disgregare la Chiesa stessa, e addirittura, omicidi politici nelle file democristiane dove (e questa si che era davvero fantasia!) Andreotti non arrivava vivo ai 90 anni, anzi non arrivava vivo nemmeno agli anni ’90!!!

Il sottotitolo del libro e la copertina mi hanno convinto a comprarlo e devo dire che per 2 € mi son fatto una bella lettura, anche se a tratti un po’ impastosa. Ideale per chi vive di fantapolitica, nonostante i protagonisti (materiali e non) ormai non esistono più!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...