“D’inverno un leone…

…e di primavera, un coglione!”

Questa è la “perla” di saggezza (e di finezza) che mia sorella m’ha mollato al telefono venerdì scorso quando le ho detto che ero ammalato con la febbre a 39 e passa, e due tonsille rosse e grosse come il Canada.
Oddio… “detto”… a differenza della volta scorsa, non avevo la voce di Fiorello/Camilleri, ma devo ammettere che sembrava di avere una motosega in funzione in gola. Adesso che le tonsille si sono retrocesse ad essere meno rosse e meno grandi (tipo il Quebec!), mi sembra di avere una motosega spenta che si aziona solo quando mangio.
Chiuso da venerdì in casa, mi sono perso un week-end soleggiato e con bel-tempo. Inutile dire che con questo bel week-end il mio stato d’animo era simile a quello di Fantozzi con la nuvoletta dell’impiegato!

Il che, ha portato notevoli disagi per quelli che erano i miei programmi, in quanto volontario ed attivista.
Tuttavia, tra un antibiotico ed un oki, ho passato un fine settimana all’insegna di youtube!
Riscoprendo i posti dove sono stato in vacanza, ma in video d’epoca. Oppure scorgendo le mete probabili delle mie prossime ferie. O ancora lasciandomi guidare un pò dalla musica.
Quando le cose sembrano andar male – e come ho risposto su un post di facebook poco fa – cosa c’è oltre alla musica che ispira e rincuora l’animo umano? (Suggerivano la poesia e Shakespeare, ma a differenza di certi parmigiani, ricordo bene quello che il bardo scrisse di due giovani adolescenti veronesi in preda agli ormoni tipici di quella età!)
A dirla tutta, la tv mi è venuta a noia: le uniche cose che guardo in tv sono i documentari di rai storia o qualche episodio di “Leone, il cane fifone”…


(per la parte migliore, cominciate al minuto 5:10)

Mi scopro a dirlo più spesso: sta vita è troppo seria!
Sarà l’insoddisfazione generale, sarà che son single da troppo tempo, sarà che sta crisi non molla. Ma ho passato un inverno parecchio discutibile sia sul piano lavorativo che sul piano delle soddisfazioni, tra trasferte mensili, screzi con i mezzi pubblici ed i loro occupanti (si, occupanti, non utenti… gli utenti sono quelli che pagano il biglietto. IO sono un utente!)(E parafrasando Gioele Dix, sono anche incazzzzzzato come una iena!)
Si, perchè non sono solo gli impiegati a fare una levataccia al limite delle possibilità umane. Anche noi operai del commercio su larga scala, in trasferta, sò proprio cazzzzz………!!!!!!!!!!!!!!


(e non ho nessun curioso animale domestico!)

Febbraio che il lavoro mancava, marzo in trasferta tutto il mese, e l’ultimo giorno d’inverno, mi si sfascia il pc, perdendo qualcosa come 200 gigabytes di dati! Ecco, che se fosse per me, l’inverno andrebbe abolito per Legge come il lunedì, e se lo dico io che sono nato a febbraio…!!! Fatto sta che quest’anno mi compiacevo di non essermi influenzato per nulla! E poi cado a maggio con un caldo estivo e a causa di una tonsillite… ma dai!!!

Ecco perchè dico che la musica è consolatoria!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...