Il buongiorno si vede… …all’una del mattino!

Quest’oggi… cominciato, come da regola alle ore 0:00, è cominciato all’insegna della sfiga fantozziana…

…infatti in questa metafora del varo, ci sta tutta la mia giornata! Cominciata con una donna che faceva più rumore di un complesso bandistico… di notte… e della sua amica oca con la voce squillante ed irritante! E finita attendendo “in acqua” che finisca la cerimonia di questa porca giornata.

Visto il caldo che non dava tregua, avevo infaustamente deciso di dormire con le finestre aperte. Abito in un piano rialzato, con le grate, nessuna finestra allineata di fronte alla mia. Un solo difetto: le oche maleducate che dopo aver gozzovigliato a gò-gò, si mettono a vagabondare starnazzando per la via! Ed io ho il sonno moooooolto leggero!!! Sono bastati 12 secondi per svegliarmi incarognito, affacciarmi alla finestra ed osservare gentilemente alle oche, che in tale orario il loro volume di voce era alquanto poco consono alla buona creanza.
M’hanno risposto che essendo in strada, urlavano quanto più le aggradava. E mi hanno dato del ciccione. MAI dare del ciccione ad un ciccione! Ho sottolineato alla smilza che se avessero continuato avrei chiamato la polizia, e loro cercarono di far valere le loro ragioni starnazzando da oche quali esse sono.
Chiusa la finestra mollando un’imprecazione che anche Zeus s’impressionò, attaccato al mio cellulare ho mollato qualche commento al vetriolo in giro su facebook, e poi in cerca di sonno ma al culmine della sete, mi sono diretto verso il mio frigorifero.

M’è se scardinata la porta der frigo e me sò cadute a terra le uova ed una bottiglia di tequila sfrantumata sul pavimento! Mettiamola così: dopo aver bestemmiato un calendario gregoriano e mezzo, posso affermare di conoscere quale sia il più probabile odore dei peggiori bar di Caracas! Quello di casa mia!!!

Tralascio quanto accaduto al lavoro con il semplice pensiero che in questo Paese, se ti tolgono il piacere e la voglia di lavorare, significa che non c’è più nessuna speranza, e che ha ragione Franca Valeri a definire ormai l’Italia come un “Paese sgradevole”!

Tornato a casa c’ho messo un pomeriggio a rimediare ai danni delle uova e della tequila e mi accorgo poi che si è fatto tardi per fare quello che avevo in programma, e quando vado a posare lo straccio, passando davanti allo specchio del bagno, mi sono visto riflesso allo specchio e mi sono chiesto che fine ha fatto quel ragazzo pieno di speranze e progetti e sogni di un tempo. Si che vivere da soli a volte ha dei bei vantaggi, ma a volte, gli svantaggi pesano davvero tanto.

Non credo più che possa trovarmi una suocerina come Odette Toulemonde…

…nè tantomeno, come in Ally McBeal, Gloria Gaynor che mi canta “I will survive” sotto la doccia o rincorrendomi per Reggio Emilia…

…ma se proprio avessi voluto avere oggi una bella sorpresa, avrei tanto tanto tanto voluto un uomo che mi amasse, che magari, sul pianerottolo mi avesse cantato una serenata, data la giornata, l’ideale sarebbe stata un’altra canzone del repertorio di Gloria Gaynor…

…ma così non è.

Adesso meglio che esco dall’acqua e me ne vado a letto. Con la finestra chiusa ed il ventilatore acceso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...