Outing

Questo articolo è in realtà uno sfogo.
Sarò breve: sabato 12 gennaio ho subito un outing al lavoro.

Per chi non lo sapesse, l’outing è la dichiarazione dell’omosessualità (o bisessualità) di un’altra persona e nonostante la confusione che alcuni giornalisti continuano a perpetrare definendo i coming out (dichiarazione della propria omosessualità o bisessualità) con questo termine, esso resta una violenza verbale e psicologica.

Durate un turno di lavoro in cui c’è stato inviato un trasfertista da un altro punto vendita (causa malattie di altri colleghi), nel momento in cui mi stavo presentando, un collega “sputtanetor” (lo definisco così per non incorrere in una denuncia) si è presentato a sua volta, chiedendo poi al collega in trasferta se gli piacevano i maschi, dato che lui era fresco e giovane e a me non piace la figa, e mentre il collega trasfertista rimaneva un attimo imbarazzato, mi sono voltato verso “sputtanetor” dicendogli “come a te non piace farti i cazzi tuoi!”

Innervosito ho continuato a lavorare fino a che non ho incrociato il mio capo a cui ho riferito l’accaduto dicendo chiaro e tondo che se fosse successo di nuovo, non avrei esitato un secondo a timbrare il cartellino in uscita e a fare una denuncia. Il mio caporeparto ha compreso il mio stato d’animo e mi ha detto che avrebbe fatto un discorsetto a “sputtanetor” e dopo essere andato in pausa caffè, al rientro “sputtanetor” mi ha chiesto scusa.
Ma le sue scuse non le ho accettate.

Non ho intenzione di subire, per questo perdono col contagocce.
Non gli concedo più un minimo briciolo di confidenza, e se sono di malumore, non lo saluto nemmeno.

La cosa che più mi ha sorpreso e che non mi aspettavo, è stato l’appoggio dei miei colleghi di reparto. C’ho messo dieci anni a fare coming out con loro e questo loro appoggio mi ha ripagato tanti silenzi.

Aldilà della mia esperienza, nessuno dovrebbe subire una simile violenza, l’outing stesso non dovrebbe esistere. Anzi mi correggo, l’outing stesso non dovrebbe avere ragione di esistere!

Omofobi di tutto il mondo, estinguetevi!

2 pensieri su “Outing

  1. Pingback: Coming out day | Tαξίδια είναι το όνειρό μου και η αμαρτία μου

  2. Pingback: E anche il 2019 è alle spalle! | Tαξίδια είναι το όνειρό μου και η αμαρτία μου

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...