“D’inverno un leone…

…e di primavera, un coglione!”

Questa è la “perla” di saggezza (e di finezza) che mia sorella m’ha mollato al telefono venerdì scorso quando le ho detto che ero ammalato con la febbre a 39 e passa, e due tonsille rosse e grosse come il Canada.
Oddio… “detto”… a differenza della volta scorsa, non avevo la voce di Fiorello/Camilleri, ma devo ammettere che sembrava di avere una motosega in funzione in gola. Adesso che le tonsille si sono retrocesse ad essere meno rosse e meno grandi (tipo il Quebec!), mi sembra di avere una motosega spenta che si aziona solo quando mangio.
Chiuso da venerdì in casa, mi sono perso un week-end soleggiato e con bel-tempo. Inutile dire che con questo bel week-end il mio stato d’animo era simile a quello di Fantozzi con la nuvoletta dell’impiegato!

Il che, ha portato notevoli disagi per quelli che erano i miei programmi, in quanto volontario ed attivista.
Tuttavia, tra un antibiotico ed un oki, ho passato un fine settimana all’insegna di youtube!
Riscoprendo i posti dove sono stato in vacanza, ma in video d’epoca. Oppure scorgendo le mete probabili delle mie prossime ferie. O ancora lasciandomi guidare un pò dalla musica.
Quando le cose sembrano andar male – e come ho risposto su un post di facebook poco fa – cosa c’è oltre alla musica che ispira e rincuora l’animo umano? (Suggerivano la poesia e Shakespeare, ma a differenza di certi parmigiani, ricordo bene quello che il bardo scrisse di due giovani adolescenti veronesi in preda agli ormoni tipici di quella età!)
A dirla tutta, la tv mi è venuta a noia: le uniche cose che guardo in tv sono i documentari di rai storia o qualche episodio di “Leone, il cane fifone”…


(per la parte migliore, cominciate al minuto 5:10)

Mi scopro a dirlo più spesso: sta vita è troppo seria!
Sarà l’insoddisfazione generale, sarà che son single da troppo tempo, sarà che sta crisi non molla. Ma ho passato un inverno parecchio discutibile sia sul piano lavorativo che sul piano delle soddisfazioni, tra trasferte mensili, screzi con i mezzi pubblici ed i loro occupanti (si, occupanti, non utenti… gli utenti sono quelli che pagano il biglietto. IO sono un utente!)(E parafrasando Gioele Dix, sono anche incazzzzzzato come una iena!)
Si, perchè non sono solo gli impiegati a fare una levataccia al limite delle possibilità umane. Anche noi operai del commercio su larga scala, in trasferta, sò proprio cazzzzz………!!!!!!!!!!!!!!


(e non ho nessun curioso animale domestico!)

Febbraio che il lavoro mancava, marzo in trasferta tutto il mese, e l’ultimo giorno d’inverno, mi si sfascia il pc, perdendo qualcosa come 200 gigabytes di dati! Ecco, che se fosse per me, l’inverno andrebbe abolito per Legge come il lunedì, e se lo dico io che sono nato a febbraio…!!! Fatto sta che quest’anno mi compiacevo di non essermi influenzato per nulla! E poi cado a maggio con un caldo estivo e a causa di una tonsillite… ma dai!!!

Ecco perchè dico che la musica è consolatoria!

Annunci

Le cose non dette

Ultimamente tutto (o quasi tutto) quello che dico, viene frainteso e spesso viene usato contro di me.
È una cosa che mi ferisce molto scoprire che le mie parole sono fraintese, o non ascoltate, cadute nel vuoto.
Ciò mi deprime e mi fa sentire come se non esistessi. I latini dicevano:

verba volant, scripta manent – le parole volano, gli scritti rimangono

ma ultimamente, da quasi un anno a questa parte, i miei scritti sotto forma di bozze rimangono nel blocco degli appunti e a dispetto del proverbio che ho citato prima, volano… …dritte nel dimenticatoio! Qualche esempio?

  • Olimpiadi di Londra
    La 30ma edizione dell’era moderna si sono aperte e sono terminate con delle cerimonie festose tipicamente britanniche, mostrando la cultura eclettica e un’identità ben precisa di un Paese che dovrebbe essere preso come modello dal Nostro. Serio eppure umile nonostante un grandioso passato, dove vi è insita una dignità ed un rispetto per la collettività, un Paese insomma, visto con ammirazione da tutto il mondo. Eppure capace di essere anche leggero, di ridere di sè e dei suoi simboli inviolati, come mostra il filmato realizzato dalla BBC e trasmesso all’apertura dei giochi, in cui nientepopodimenochè la Regina Elisabetta IIa in persona, ha esordito nel mondo della recitazione, interpretando se stessa come Bond-girl… a 86 anni! (Certo c’è da sottolineare che è anche il “boss” a cui è a servizio James Bond/Daniel Craig!) Certo un’immagine ben lontana da quella istituzionale dei discorsi natalizi e dei ritratti e foto ufficiali
  • Il caso di Alex Schwarze
    Eccone un altro. Dopato, scoperto, ed infine, espulso dai giochi (e mi pare di aver capito, non solo da quelli!)!! Ma a differenza delle altre volte, questa volta mi sono un pò dispiaciuto dopo aver letto le interviste… forse perchè capisco cosa significa avere un corpo che improvvisamente tradisce prima del tempo, in più la notorietà, i mass media addosso perchè fidanzato con un’altra atleta… (oddio… Carolina… la pattinatrice sul ghiaccio…)
  • Emotivi anonimi
    Recensione del film francese visto al cinema estivo.
  • The Iron Lady
    Recensione del film visto lo scorso 26 febbraio, poche ore prima che venisse assegnato l’Oscar a Meryl Streep come migliore attrice protagonista per questa straordinaria pellicola europea.
  • Il terremoto in Emilia
    Non solo una testimonianza di dov’ero e/o cosa facevo durante le due scosse principali, ma anche le mie impressioni sui giorni dopo, sulle reazioni della popolazione, dei mass media, e su come sentire le scosse abbia cambiato qualche mia abitudine, ad esempio adesso non riesco più a dormire senza la tv accesa.
  • Il 17 maggio
    Un lungo articolo, un ragionamento sulla giornata mondiale contro l’omofobia e la transfobia, sui danni che questa “fobia” (ma io la chiamerei malattia o patologia) fa su di noi, e un accenno ad un video che mi ha quasi commosso.
  • Il mio 2° gay pride
    Dai bei momenti della parata sobria e senza carri, alla festa ufficialeal parco nord. E tutti i tribolamenti mentali connessi!
  • Addio Donna
    Un pensiero ad un’artista straordinaria e sulla sua musica coinvolgente e inconfondibile, con una carrellata sulla sua biografia, condita con i video dei suoi brani più belli. Ed alcuni miei ricordi su un suo album.
  • Post senza titolo per il 20° anniversario delle stragi di Capaci e di via D’Amelio
    Pensieri amari su un bruttissimo capitolo della storia recente del nostro Paese.
  • Post senza titolo per il 20° anniversario di Tangentopoli
    Altri pensieri amari e considerazioni e anche paragoni tra il declino della “prima repubblica” e l’attuale declino della “seconda repubblica”!
  • Post senza titolo per il 50° anniversario della morte di Marilyn Monroe
    Personalmente non mi fa impazzire ma una figura controversa come lei non può non affascinare chiunque. Un’icona cinematografica diventata leggenda e come ogni leggenda c’è qualcosa di vero come qualcosa di falso.

Quindi come per altre cose, mi ritrovo in arretrato anche sullo scrivere i miei pensieri… e se devo pensare alle ricorrenze, a fine mese sono 15 anni che è morta Lady D, e una settimana dopo sempre 15 della morte di Madre Teresa di Calcutta.
Oggi poi, caso ha voluto che incrociassi – in un certo qual modo – 4 persone che ho conosciuto in passato, due li conoscevo bene e due invece meno… non sto a spiegare l’ambaradan, ma… due di queste persone non ci sono più, e non ho potuto non pensare che anche noi, che a differenza delle parole dette, siamo certo più “tangibili”, beh, anche noi non “restiamo” per sempre. Lo so meglio di molti altri ma a ricordarlo c’è da star male. Abbiamo un corpo ed tempo limitato e sarebbe saggio vivere al meglio. Le nostre parole, dette, scritte sulla carta o anche su un post di facebook o di un blog, sono le tracce che lasciamo insieme ai ricordi, ai sentimenti, alle emozioni. Tracce del nostro vissuto, tracce che lasciamo a chi abbiamo accanto e a chi non abbiamo vicino. Spariranno col tempo, ma almeno per un pò, sono le prove tangibili che abbiamo vissuto una vita, Chi bene e chi male. Chi conoscendo l’amore e chi invece no. Ma per quante di queste tracce potremmo lasciare, tante restano e tante saranno, sempre… le cose non dette.

Anno nuovo… stile nuovo

Dopo la giornata particolare… ieri era il 3 gennaio e chi mi conosce sa che non è una bella data per me…  rientrato a casa, ho cominciato a modificare un articolo che ho scritto il mese scorso e che sto aggiustando con molta calma su un avvenimento successo ormai 20 anni fa… il dissolvimento dell’Unione Sovietica…

Vista la complessità dell’argomento ho poi preferito scrivere questo post… una carrellata sul vecchio anno ormai trascorso e qualche nuovo proposito su quello appena cominciato, con realismo ma anche con un pizzico di ottimismo…

Intanto posto qui l’ultimo video della mia cantante preferita (ormai ne sto facendo una tradizione d’inizio anno)

L’anno passato è stato un anno pieno di recensioni ma anche di qualche novità… rispetto ad un anno fa, sono un pò più sciolto sul lavoro anche se i clienti che mi fanno impazzire ci sono sempre… per quanto riguarda le vacanze, beh…sia durante le ferie invernali che in quelle estive, ho passato delle belle giornate, davvero serene e le nuove esperienze non sono mancate affatto… l’unica cosa in cui non ho preso in pieno i buoni propositi è stato quello di non riuscire a recuperare in pianta stabile quel bel look che mi ero prefissato, nè tantomeno sono riuscito neanche a eliminare quelle occhiaie da zombie…cosa che certo mi ripropongo per quest’anno come mi propongo anche di andare a vedere i miei anche se sarà una fatica assurda scendere in calabria saudita… tuttavia mi mancano… è naturale.
Ssn riuscito ad apportare quelle piccole migliorie in casa che avevo in mente da tempo… e nonostante avessi ribadito di essere ormai devoto al Santo protettore dei single, la scorsa primavera mi son preso una cotta romantica che è durata davvero poco. Quest’anno non voglio sprecare energie.
Con realismo, non mi chiedo cosa quest’anno ha in serbo per me, piuttosto mi chiedo che cosa potrò mai fare in quest’anno che fra le altre cose, ha un campionato europeo di calcio (in Polonia e Ucraina, dal’8 giugno al 1° di luglio), un’olimpiade (la 30ma dell’era moderna, che si terrà a Londra dal 27 luglio al 12 agosto, e le paraolimpiadi dal 29 agosto al 9 settembre), quattro settimane di ferie (data da decidere ma almeno dieci giorni all’estero me li voglio fare…), una Festa dell’Unità (data da decidere), e tanti progetti nell’aria… da concretizzarne il più possibile.


(questo spot per me non è un auspicio… è fantascienza!!! E comunque prima ho accennato al realismo, l’ottimismo in questo campo non c’entra niente!!!)

E poi… sa volemo fà ‘nna risata? 🙂
Ci hanno rotto i maroni tra profezie maya e tasse che suonano davvero come la fine del mondo. Tanto che per alleggerire anche il mio blog ho cambiato tema per dargli un tocco di colore. Coloriamo questa grigia monotonia e ridiamoci su o non se ne esce vivi…

foto di facebook…

…ovvero, all’anima dell’avatar!

Qualche settimana fa, è scoppiata su facebook la mania di mettere come propria foto principale, quella del cartone animato preferito… una vera e propria “opoerazione nostalgia” a cui ho voluto partecipare anch’io ma ero nel dubbio fra…

…le avventure di tre sorelle fantastiche, oppure…

…ad avercela una bella voce ed i poteri magici, oppure…

…anche solo i poteri esp basterebbero!

Ce ne stavano tanti di cartoni che negli anni ’80 ispiravano buoni sentimenti, e coraggio (Ken il guerriero non ammazzava mica a casaccio e comunque non era arrogante come gli alieni di Dragon Ball)(parlo dei protagonisti che non mi ricordo manco da dove venivano!), e facevano sorridere…
Cartoni animati che guardavo sempre ma a differenza di altri bambini, non emulavo mai. I miei giochi preferiti erano le costruzioni lego e non… giocavo sul tavolo della cucina e mi fermavo quando c’erano questi cartoni… un esempio che mi commosse un pochino e ve lo ripropongo qui… l’ultimo episodio di “occhi di gatto”

Insomma, se volevo partecipare a questa nuova mania di facebook dovevo solo scegliere… certo non era mica una questione filosofica, ma sono un tremendo indeciso… ho scartato quasi subito la 3a ipotesi (indeciso lui, indeciso io… che c’aveva due spasimanti, io manco uno!!!) poi considerando la 1a… tante avventure e tanti sentimenti, e quanto mi piaceva andare a 16 anni a “esplorare” vecchie case diroccate o vecchi ruderi – certo non in calzamaglia, ma vestito quasi da Indiana Jones – beh, le avventure c’erano state e mi mancano, e per quanto riguarda i sentimenti idem. Allora la 2a…

…mi piacevano molto la basi musicali di quelle canzoni, mi piace parecchio – viste anche le recenti fregature – questa canzone…

…ed ecco allora la scelta, l’incantevole Creamy…

…e ho scelto lei, per via della canzone, nemmeno io credo più alle favole, ma voglio vivere la mia vita come una favola, anzi come un’avventura, aperta a quasiasi evoluzione. Con sentimento e con ironia. (E non coi capelli turchini!)

Desperate housebachelor in the city #5 – che week end di m….!!!

si comincia… giovedi accedevo al mio vecchio blog e con sorpresa trovavo l’annuncio che la mia piattaforma, la vecchia e ormai obsoleta “Windows Live Spaces”, sarà soppressa alla fine di marzo 2011. Ingenuamente ho pensato quindi di salvare una copia del mio blog sul pc, e poi di traslocare sulla nuova piattaforma gestita da wordpress.., devo ancora prenderci mano, già così mi girano le scatole… non riesco a formattare il carattere nel mio font preferito, cioè “Comic sans”, non vedo neanche la sezione per la dimensione del carattere… insomma…

Ieri dopo 9 ore di lavoro ho avuto una crisi d’ansia… la prima qui in emilia… e non è stato affatto piacevole star male e astenico fino alle 17:30 quando con una massiccia dose di coraggio sono uscito… deprimendomi ancora di più. Oggi poi… ma di questo ne parlo dopo.

Il 30 settembre era il 3° anniversario del mio arrivo nella mia nuova città… era il 30 settembre del 2007 quando pieno di sogni, speranze, e ancora depresso e ferito nell’orgoglio, arrivai col treno della sera… un’intera giornata sul treno. E quando 5 giorni dopo stavo per rientrare in calabria, meditavo seriamente se buttarmi sotto un camion in tangenziale a Bologna o sotto un treno, ma fatto sta che mentre stavo andando in stazione a prendere il treno – ero senza biglietto e non sapevo se il treno lo prendevo nella schiena o in fronte – mi arrivò una telefonata, era il direttore di un piccolo supermercato che mi offriva un posto di magazziniere part time (per la cronaca, poi trovai lavoro nella concorrenza e full time), pensai fra me e me, che quello era un segnale per me… che forse avevo trovato il mio posto al mondo…

A 3 anni di distanza sono successe tante cose, ma ora… mi domando perchè alcune cose continuano ad andarmi male, e la risposta non la trovo neanche stavolta. Non è che sto male qui, ma sul lavoro… e se non ci fosse questa maledetta crisi, avrei sbattuto prima le mie ragioni in faccia, poi il camice per terra, ed infine la porta. E me ne sarei andato a testa alta!
Invece no…
Tra colleghi mentecatti, e superiori che oscillano tra lo psicopatico e lo psicolabile, ew clienti di ogni risma fra cui gl’arabi maleducati, i fidanzatini che quasi quasi esternano la loro attrazione fisica nella corsia dei detersvi o in coda alla cassa, i cinesi che non spicciano una parola di italiano ma manco a pagarli, i rumeni con moglie e figli al seguito che ti rispondono “ho una famiglia, io!” a cui non posso menare una testata in fronte come la mia guida spirituale consiglia… stop.

Odio il mio lavoro!

Oggi, dopo il lavoro sono uscito. Mi piace la mia città, mi piaciono i suoi piccoli e grandi e vari musei, la sua gente, sempre attiva e amichevole, e con cui è facile parlare… certo ha anche i suoi difetti, am quando ami una città, i difetti quasi non li vedi.
Quindi oggi sono andato alla sala storica della cavalleria nella ex-caserma di via emilia san pietro, poi ho fatto un giro fra le bancarelle dove ho comprato quattro etti di dolcetti tipici siciliani ala pasta di mandorle, scuola pasticceria catanese, di poco differente da quella messinese! Poi ho visto una bancarella con monili artigianali fatti con varie pietre, davvero belle.
Un salto al festival francescano, dove vedendo tutti quei frati e suore che sorridevano con benevolenza, mi hanno fatto sentire a disagio… per due motivi:
1 – sono agnostico e se devo imprecare, anzichè ai santi, impreco rifacendomi alla mitologia greca… è anche creativo, per certi versi… ma quando sono davvero fuori di me, le bestemmie corrono, e con loro, anche il senso di colpa;
2 – parlano tanto di amore, di pace, di vangelo… non è sbagliato quel che disse il figlio dell’altissimo circa 2000 anni fa, peccato che da allora ad oggi, molte cose sono state distorte, magari alcune anche omesse… ma fatto sta che se fossi andato li tenendo la mano ad un ragazzo, certo non mi avrebbero sorriso, nè accolto a braccia aperte!
Domani farò le pulizie, e non saranno solo pulizie domestiche, ma anche interiori… che week end di m….!!!

TANTI AUGURIIII … DUE ANNI DI BLOG!!!! :-)

Avrei voluto festeggiare il compleanno del mio pizzolo spazio virtuale in condizioni migliori, ma purtroppo non mi è possibile… Deluso …sono capitate alcune cose che mi stanno prendendo per la testa, ed io non posso fare niente, inoltre se ne aggiugnono ancora altre, tutte pesanti! Triste Ma non mi pare il caso di pensarci…
…ed ecco un’altra candelina al mio blog… due anni… in cui ricordo ancora con affetto gli inizi dolci e romantici, e con alcuni sprazzi di ironia… e qualche mese dopo, oltre alla mia anima, ci ho messo anche il mio cuore! Cuore rosso
Poi ci ho creato le categorie… e poi arrivarono anche le rubriche, in particolare quella delle recensioni in cui mi sono ultimamente "accanito"! Linguaccia
Ora, ognuna quelle paroline gialle, non sono adepte della signora Jessica Fletcher…
non c’è bisogno di gratt… ehm, di fare gli scongiuri! Linguaccia Dicevo, quelle paroline in giallo sono collegamenti con vari post messi, in particolare quello delle recensioni che dovrebbe – a tempo debito – farvi un elenco delle recensioni che ho fatto di recente. Spero che la cosa vi incuriosisca e vogliate leggere – e magari commentare – qualche vecchio pezzo! Secchione
Intanto vi lascio con un altro tipo di celebration…
…e visto che le candeline sulla torta (come i pupazzetti) sono due…
… (preparate i fucili, ma non abbattete me, grazie!)(abbattiamo certi fans, ok?) Animoticon
Avrei voluto festeggiare alla grande ma non mi riesce, sarà il periodo, sarà la stanchezza, sarà la sfiga che ultimamente mi perseguita, ma io vado più veloce! Linguaccia

problemi tecnici

Oggi gli dei dall’Olimpo non mi sono favorevoli… in quanto l’armonia e l’unione fra YouTube e Flash Player si è inspiegabilmente interrotta… e dopo aver perso un’ora di tempo e le staffe – connesso in biblioteca non ho potuto nemmeno lanciare le mie famose imprecazioni del tipo "ma PORCA ERA!!!" o "AFRODITE MAIALA!!!" Arrabbiato – non mi è possibile pubblicare una recensione di un film visto qualche giorno fa al cinema! Pellicola di film
Alcuni di voi magari reagiranno come gli impiegati della megaditta di Fantozzi… scappando… Ragazzo ….FERMI TUTTI!
Non vi preoccupate, domani, risolto il problema, troverete due recensioni! A denti stretti
(Spero nel frattempo che chi sia crollato dallo shock, non abbia fatto lo stesso rumore del ragionier Carboni! Linguaccia)
Se intanto qualcuno può spiegarmi perchè flash player non va, mi farebbe una gran cortesia a spiegarmi come rimediare, visto che reinstallando dal sito Adobe, scaricando aggiornamenti, codec, e ripristinando il sistema, il problema persiste, mi farebbe un piacere enorme! Animoticon
Grazie dell’attenzione, buona serata… senza di me! A denti stretti